Fenix_SL_Disc_Classics_Muur_26

Bici da corsa con i freni a disco, scopri i modelli Ridley Bikes

Freni a disco? Sì, perché conviene. Ed è una risposta suggerita innanzitutto dai conti in tasca. Tutti le migliori marche (e qui Ridley Bikes si posiziona al top), hanno avviato un graduale ma rapido abbandono dei freni tradizionali.
In sintesi, questo significa che fra non molto le bici con i freni a disco manterranno valore nel mercato dell’usato. Invece quelle con freni tradizionali sono destinate a perdere quotazioni, se non altro perché – con il tempo – diventerà sempre minore la produzione e di conseguenza più problematica la ricerca dei pezzi di ricambio.

Almeno nei modelli aero e comfort, i migliori cataloghi hanno già cancellato le bici “rim brake”.

Si va solo con freni a disco, perché è evidente che il peso maggiore non incide sulle prestazioni in modo significativo. La differenza di peso si attesta su circa 500 grammi in più per i freni a disco. Di conseguenza, quelli tradizionali resistono soprattutto sui modelli specifici per la salita, quelli che più mettono in riga peso&gamba.
Ma ormai stanno diventando un accessorio per “cronoscalatori”: troppo particolare per avere ancora larga diffusione.
Anche perché, dopo ogni salita c’è sempre… una discesa. E qui la situazione cambia. Secondo tutte le rilevazioni (effettuate da Ridley nel laboratorio con galleria del vento oppure su strada in assenza di vento), malgrado il peso maggiore la bici con freno a disco risulta leggermente più veloce. E seppure leggermente attenuato, il margine di maggior velocità è stato riscontrato anche in condizioni di vento laterale.Così sono state sfatate le “fake news” sul disco meno aerodinamico rispetto al “rim brake”.

Chi prova i freni a disco non torna a quelli tradizionali. “Provare per credere!”, insegnava una pubblicità di tanto tempo fa.

La frenata in discesa, per esempio. Con il disco, basta un dito. Senza, si rischia il lungo. E la differenza diventa più evidente nelle discese tortuose e ripide. E’ altresì vero che la bici con freni tradizionali dà ancora l’impressione di essere meno rigida e più potente nelle accelerazioni, tanto che gli sprinter di professione faticano a privarsene. Ma quanti di noi possono definirsi, appunto, “sprinter di professione”?

Infine, riguardo a stabilità e sicurezza, il vantaggio del disco si sposa con la possibilità di equipaggiare la bici con ruote dal canale largo e gomme di sezione maggiore. Tutto molto più sicuro. E non c’è bisogno di spiegare perché: basta immaginare un rallentamento brusco o una discesa con asfalto un po’ sconnesso.

Il catalogo Ridley Bikes propone modelli molto interessanti per tecnologia e prezzi.
Si va dalla Ridley Fenix SL Disc 105 ML che costa 2.799 euro alla Ridley Noah Fast Disc Brake Ultegra Di2 da 7.899.

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER BLYKE PER RICEVERE NEWS PROMO E OFFERTE DAL NOSTRO SHOP

* indicates required
Privacy Policy *